Sì Tav: il potere scende in campo

E così Torino è scesa in Piazza. In una delle città più inquinate d’Europa e tra le più indebitate d’Italia, dove si tagliano servizi e sono sempre più scarse le risorse a disposizione (ma si trovano 16 milioni ogni anno per pagare alle banche i succosi interessi sui derivati), 30-40-50 …

Il compromesso che serve nell’ora della responsabilità

Nel dialogo fra la Commissione europea e l’Italia sui nostri conti pubblici si impone la ricerca di un compromesso che attiene a quello che Aldo Moro definiva la responsabilità del tempo che ci è dato vivere, e che va raggiunto innanzitutto in parlamento fra le forze politiche nazionali.

Per un nuovo umanesimo europeo

Si legge sui giornali già da qualche tempo che, sia a livello nazionale che in vista delle prossime europee, le forze politiche …

Il voto americano rafforza l’Italia verso l’Ue

Il rafforzamento della maggioranza repubblicana al Senato consentirà agli Stati Uniti di attuare politiche monetarie espansive e dunque ostili ai piani della Bce, guidata dalla Germania, di mettere in ginocchio l’Italia con lo spread e con l’austerità.

Si Tav, No Tav

In questi giorni il dibattito sulla Tav è tornato alla ribalta in modo veemente, contrapponendo i due “fronti” opposti in un muro …