Currently browsing category

Esteri

Markus Krienke: Germania in difficoltà

Burocrazia poco efficiente, scarsa qualificazione della mano d’opera, instabilità politica: pare il consueto racconto di quanto avviene a casa nostra ed invece si sta parlando della Germania. A tracciare questo quadro, a dir poco sorprendente, è Markus Krienke, membro del Comitato scientifico della Fondazione Adenauer e professore di Etica sociale …

Taiwan, presidenza a Lai del partito indipendentista

A dispetto degli anatemi lanciati da Pechino, o forse proprio per questo, gli elettori di Taiwan come nuovo Presidente della repubblica scelgono William Lai, leader del Partito progressista democratico (Ppd). La formazione più marcatamente indipendentista. Con il 40 per cento dei suffragi, Lai ha superato i suoi concorrenti: Hou Yu-in …

Francia: nuovo governo, istituzioni logore

Nuovo governo in Francia con l’ex ministro dell’Educazione nazionale, Gabriel Attal, promosso premier. Il più giovane inquilino di Matignon: 34 anni. Nel nuovo esecutivo molte le conferme, soprattutto i pesi massimi: Gerard Darmanin all’Interno, Sebastian Lecournu alla Difesa, Bruno Le Maire all’Economia. Novità agli Esteri: fuori l’ex socialista Jean-Yves Le …

Argentina, il rigetto del peronismo fa vincere Milei

Il prossimo presidente dell’Argentina sarà il liberista di estrema destra Javier Milei. Netta la sua vittoria con il 56 per cento dei suffragi, staccando di dodici punti il peronista Sergio Massa, fermo al 44. In termini assoluti questo ha significato 14,4 milioni di voti per il vincitore contro gli 11,5 …

Argentina: tra Massa e Milei, una scelta complicata

Il peronista Sergio Massa, alla guida di Unione per la Patria, primo classificato con il 36 per cento dei voti. A ruota, con il 30 per cento, segue il libertario di estrema destra, Javier Milei, capofila di La Libertà Avanza, mentre in terza posizione, al 23, si colloca la radicale …

Stato palestinese, chiave di tutto

Se la reazione di fronte ad un’offesa, risulta sproporzionata si può passare facilmente dalla parte del torto. Pur avendo un mucchio di ragioni iniziali. E’ un po’ quello che sta accadendo ad Israele con gli incessanti raid aerei con l’invasione di terra su Gaza, perché dopo più di venti giorni …