Currently browsing author

Stefano Passaggio

La tavola rotonda con la gamba zoppa

La tavola su cui poggia (non si appoggia!) la democrazia ha oggi, talvolta, una gamba zoppa. Innanzi tutto non si tratta della mitica Tavola Rotonda di re Artù, in quanto di sovrani unti dal Fato e di Cavalieri devoti (ma anche un po’ traditori, come Lancillotto: bello e spregiudicato) non …

Non tutte le scissioni vengono per nuocere

Gli anni che finiscono con la cifra “8” possono essere, al contempo,sia un’opportunità che un’angoscia per storici e giornalisti chevogliano ricordare coincidenze ed anniversari. Possiamo partire,tanto per limitarci ad alcuni eventi degli ultimi secoli, dal mitico“quarantotto” (1848), che sconvolse talmente l’ Europa, tantoda entrare nel normale vocabolario come sostantivo indicante …

Tutti gli “ismi” di Armando Testa

Qualche lustro fa, in una polverosa aula di liceo, un allampanato e distratto professore di storia e filosofia insegnava ad alunni silenti, più per necessità che per convinzione, che, nelle sue materie, tutte le desinenze in “ismo” indicavano una sorta di esasperato fallimento o un’ allarmante deviazione. Facendo di molte …

Il paese dei prodi draghi

Nell’immaginario collettivo, e nella storia e nella cultura di ognuno di noi, esistono figure mitiche che, a seconda dei nostri retaggi, possono rappresentare il bene o il male. Nel bagaglio della conoscenza che appartiene al mondo occidentale, il drago rappresenta prevalentemente una figura negativa: abbiamo ben chiare le immagini di …

Non è il silenzio degli innocenti

In questa estate climaticamente non ancora al declino, almeno mentre scriviamo, siamo stati assordati da molte e variegate urla. Le più rumorose sono state quelle della politica italiana, che vede l’urlo, più o meno a vanvera, come uno strumento ordinario di propaganda. Abbiamo sentito urla contro il Presidente della Repubblica, …

Gli animali nella Bibbia

Ci sono molti modi per accostarci agli scritti fondamentali per ebrei e cristiani contenuti nella Bibbia. In generale, noi italiani ne abbiamo scarsa dimestichezza, per una serie di lunghe ragioni storiche, che non possiamo qui approfondire, che affondano le loro radici addirittura nelle questioni e nei decenni successivi agli eventi …