Currently browsing author

Stefano Passaggio

Erbstein, un uomo dimenticato

Come abbiamo avuto modo di accennare in un altro articolo (Alle nate e ai nati del 2019), in quest’anno ricco di ricorrenze tonde, si sono ricordati anche i settant’anni dalla tragedia di Superga, avvenuta il 4 maggio 1949, quando, ai piedi della monumentale basilica juvarriana che domina la collina torinese …

Alle nate e ai nati del 2019

Anche gli anni che finiscono con la cifra “9” possono essere, al contempo, sia un’opportunità che un’angoscia per storici e giornalisti che vogliano ricordare coincidenze ed anniversari, come ugualmente lo sono quelli che finiscono per “8”, anche se quelli sono più frequentati. Due sono le date che dovrebbero essere sempre …

La legislazione, uno strumento contro il gioco d’azzardo

Martedì 9 aprile, presso l’Arsenale della Pace a Torino, si è svolto il convegno: Il gioco d’azzardo fra legislazione nazionale, regionale e regolamentazione degli Enti locali, organizzato dalla Consulta Nazionale Antiusura Giovanni Paolo II e dalla Fondazione San Matteo di Torino, emanazione dell’ Arcidiocesi torinese. La piaga del gioco d’azzardo, …

Un vestito confezionato per fare l’Italia

Se oggi chiediamo ad un’italiana/o chi sono Valentino o Armani, avremo senz’altro la risposta esatta, indipendentemente dall’età, dal ceto sociale, dall’ istruzione,… di chi abbiamo interpellato. Se chiediamo loro cos’è la Facis, otterremo soddisfazione solo, forse, se stiamo parlando con un uomo di mezza età, ma se gli chiediamo notizie …

La tavola rotonda con la gamba zoppa

La tavola su cui poggia (non si appoggia!) la democrazia ha oggi, talvolta, una gamba zoppa. Innanzi tutto non si tratta della mitica Tavola Rotonda di re Artù, in quanto di sovrani unti dal Fato e di Cavalieri devoti (ma anche un po’ traditori, come Lancillotto: bello e spregiudicato) non …

Non tutte le scissioni vengono per nuocere

Gli anni che finiscono con la cifra “8” possono essere, al contempo,sia un’opportunità che un’angoscia per storici e giornalisti chevogliano ricordare coincidenze ed anniversari. Possiamo partire,tanto per limitarci ad alcuni eventi degli ultimi secoli, dal mitico“quarantotto” (1848), che sconvolse talmente l’ Europa, tantoda entrare nel normale vocabolario come sostantivo indicante …

Tutti gli “ismi” di Armando Testa

Qualche lustro fa, in una polverosa aula di liceo, un allampanato e distratto professore di storia e filosofia insegnava ad alunni silenti, più per necessità che per convinzione, che, nelle sue materie, tutte le desinenze in “ismo” indicavano una sorta di esasperato fallimento o un’ allarmante deviazione. Facendo di molte …