Currently browsing author

Riccardo Graziano

I costi dei cambiamenti climatici

         Sempre più spesso il nostro Paese viene flagellato da eventi atmosferici estremi. Si allungano i periodi di siccità a cui seguono precipitazioni alluvionali o particolarmente violente, come grandinate dove i chicchi assumono dimensioni ragguardevoli. Aumentano le ondate di calore, come numero, frequenza e temperature massime raggiunte. Crescono mareggiate, alluvioni, …

Irene Borgna: lupi, fra leggenda, disinformazione e realtà (1° parte)

Pochi animali come il lupo riescono ad accendere il nostro immaginario collettivo. Protagonista di innumerevoli racconti, fiabe e leggende, è diventato suo malgrado la personificazione del pericolo, il temibile “lupo cattivo” evocato per suscitare paure ancestrali. Una rappresentazione piuttosto lontana dal vero, ma che ha tuttavia contribuito a scatenare una …

Condizioniamoci

Cerco l’estate tutto l’anno e all’improvviso eccola qua. Negli anni ’60 del secolo scorso, quando Adriano Celentano spopolava cantando queste parole, l’estate era un periodo atteso e apprezzato, sinonimo di sole, mare, vacanze. Oggi, a pochi decenni di distanza, molti non la sopportano più l’estate, patiscono il caldo e l’afa, …

Coltivare il mare

Il mare è un bene comune fondamentale, che dà lavoro a milioni di operatori del settore e fornisce cibo a miliardi di persone, oltre a garantire la sopravvivenza di decine di migliaia di specie animali e vegetali. È chiaro quindi quanto sia vitale tutelare i nostri mari dall’inquinamento  e dall’impoverimento …

Pescatori, custodi del mare

Il problema della plastica che invade i mari comincia a essere ben conosciuto, grazie all’attenzione che gli organi di informazione gli hanno – finalmente – dedicato nell’ultimo periodo. Ma non è l’unica insidia a minacciare l’ambiente acquatico che, ricordiamo, è molto più esteso di quello terrestre. Altri tipi di inquinamento …

Plastica e specie invasive minacciano i nostri mari

La plastica sta soffocando i nostri mari. Attraverso scoli, fognature e canalizzazioni, ogni singolo frammento di plastica abbandonato, non biodegradabile e quindi virtualmente indistruttibile, finisce nei fiumi, che fatalmente lo trasportano al mare. Il fenomeno è particolarmente rilevante nelle acque orientali e nel Pacifico, dove si riversano i rifiuti trasportati …