Currently browsing author

Aldo Novellini

Gerardo Bianco: i Popolari mai con la destra

Quelli della Prima repubblica erano del resto tempi assai diversi da quelli attuali e il legame con il territorio contava eccome. Nessuno, a qualsiasi partito appartenesse, si sarebbe fatto catapultare col paracadute in circoscrizioni elettorali diverse da quella in cui aveva mosso i primi passi nell’amministrazione locale.

Vittoria di Lula, restano i limiti del presidenzialismo

In Brasile alla fine l’ha spuntata Lula, che dopo dodici anni torna alla presidenza. Una resurrezione politica per alcuni versi, simile a quella di Benjamin Netanyahu, nuovamente sulla ribalta del palcoscenico israeliano. Vittoria netta ma però incompleta quella di Lula. Vediamo perché. Netto il successo lo è stato di sicuro: …

Brasile: Lula o Bolsonaro, due visioni di società

Luis Ignacio Lula da Silva 48,4 per cento, Jair Bolsonaro 43,2 per cento: questo l’esito del primo turno delle elezioni presidenziali che ha visto recarsi alle urne 120 milioni di brasiliani. Cinque punti separano l’ex presidente di sinistra dall’attuale presidente di estrema destra e il prossimo 30 ottobre, al ballottaggio, …

Finlandia e Svezia nella Nato

Finlandia e Svezia nella Nato: a tutt’oggi questo il solo dato certo di una guerra i cui esiti sono più incerti che mai. Il presidente russo Vladimir Putin voleva, ad ogni costo, impedire che l’Ucraina facesse ingresso nella Nato per non avere l’alleanza militare occidentale alle porte di casa ed …

Francia, un Parlamento senza maggioranza

Se non è proprio la fine della Quinta repubblica è comunque qualcosa che le somiglia molto. La repubblica gollista, nata nel 1958, caratterizzata dall’elezione diretta del Capo dello Stato nonché dalla preminenza del Governo sul Parlamento, si è sempre fondata su maggioranze parlamentari stabili, non importa se di centro-destra o …

Monarchia, antica istituzione su cui riflettere

Festa grande per Elisabetta II giunta a 70 anni di regno, il più lungo della storia britannica e tra i più lunghi tra le teste coronate di ogni altro Paese. Una festa eccezionale per una persona eccezionale che, in questi decenni, ha svolto in maniera impeccabile il proprio ruolo, anteponendo …

Ciriaco De Mita, l’uomo che ragionava di politica

Ciriaco De Mita, scomparso nei giorni scorsi a 94 anni, era uno degli ultimi grandi della Dc. Apparteneva cioè a quella classe politica tanto vituperata, ben oltre i suoi reali demeriti, quando era in auge, quanto rimpianta oggi, al di là delle sue effettive virtù, venendo confrontata con la disarmante …